Intossicazioni alimentari, attenzione!


 
 
 
 
 
Le intossicazioni che hanno colpito e che stanno colpendo i cittadini europei hanno all’origine un batterio.
Pochi sanno che è possibile difendersi imitando i ristoranti , con piccoli accorgimenti in casa e norme di igiene in cucina.
Nella cucine domestiche la carne poco dopo che è stata scongelata oppure cotta e lasciata a temperatura ambiente anche se protetta, comincia a “produrre” una miriade di microorganismi e alterazioni batteriche.
Limitando questi comportamenti, in casa, si possono evitare intossicazioni anche gravi; un altro accorgimento è usare un cucchiaino di bicarbonato di sodio da sciogliere in un litro d’acqua , quando si lavano le verdure e attenzione al trasporto dei cibi dal supermercato a casa: è opportuno portarsi via una borsa frigo.
L’Arredo e Inserimenti di Rovigo, azienda veneta, ha versioni domestiche di alcuni apparecchi professionali usati nelle cucine di alberghi e ristoranti di qualità, in particolare  un’abbattitore che porta molto rapidamente la temperatura del cibo da 90 a 3 gradi, superando la fascia massima di proliferazione batterica che avviene tra i 40 e i 10 gradi,esattamente la temperatura che rimane a lungo nei cibi cotti.
Infine, Ultimo e utile consiglio è comprare prodotti  da una delle legislazioni alimentari più severe oggi in vigore, quella italiana. Comprate prodotti alimentari italiani, sono molto più sicuri!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.