Una cucina Eco friendly


 
 
 
 
 
 
 
 
Una cucina futurista e pure eco! Incredibilmente fantastica , la Faltazi ci propone un cambiamento innovativo nello stoccaggio e nella trasformazione dei rifiuti prodotti in cucina.
Ekokook ha un sistema che contribuisce a ridurre l’impatto ambientale: MicroPlant 1 viene utilizzato per i rifiuti solidi, MicroPlant 2 per i rifiuti liquidi e Micro Plant 3 è usato per i rifiuti organici.
La cucina è stata progettata con un “set” di macchine che usano una piccola sfera d’acciaio per rompere il vetro, un impianto per tagliare carta e uno per schicciare le lattine e bottiglie d’acqua.
L’ acqua pulita viene riciclata e utilizzata per annaffiare i fiori e le piante…che ne pensate?

Fai esplodere la tua creatività!


 
 
 
 
 
 
 
 
 
Carte da parati e  wall stickers ovvero adesivi da muro  possono trasformare completamente le pareti domestiche e con esse gli ambienti che viviamo.
I wall stickers sembrano stuzzicare la creatività di designers riscontrando molto successo e soddisfazione dai consumatori.
Si passa da lavagne stickers, farfalle ad un muro all’unicinetto, muro decorato da figure, lampadari, riproduzione di colori, immagini e scenari classici, appendiabiti, animali e decorazioni simpatiche per bambini.
Questa novità stimola l’immaginazione e permette a tutti noi di sbizzarrirci nella decorazione e restyling delle nostre pareti domestiche.

La tridimensionalità del materiale


Fino al 31 luglio a Forte dei Marmi ci sarà la mostra “Ala.Trame esistenziali” presso la Galleria Poleschi Arte.
Sono opere originali dato che i materiali usati dall’artista sono di uso comune come corse, legni, calze femminili, recise.
Nodi, colori, intrecci caratterizzano le opere e creano una tridimensionalità che va oltre la tela.
L’artista è Antonella Isanti.

Trainig Dresser di Peter Bristol

 

 
 
 
 
 
Un’idea geniale per educare i  più piccoli a fare ordine oppure per i disordinati cronici.
Sfido chiunque a mettere i calzini al posto delle t-shirt o i pantaloni lunghi nel cassetto dei pantaloni corti. Trainig Dresser di Peter Bristol è un comò a doppia identità con un design volutamente minimale per sottolineare la precisione e l’ordine; verniciato con cassetti in compensato di acero e coda di rodine,costa 1500$ e può essere ordinato contattando direttamente il designer.

 
 
 
 
 

Cd vecchi o rovinati? NON buttateli!


 
 
 
 
 
Avete tanti cd in casa rovinati, usati e che ormai non vi servono più? Avete passato ormai tutta la vostra musica in mp3 ed ora la ascoltate solo con il vostro i-pod?
Ecco alcuni suggerimenti per come poter riutilizzare in forma alternativa i vostri vecchi cd invece di gettarli via.
Lampada: con una piccola base, una lampada a catodo freddo a basso costo e una pila di vecchi cd è possibile creare una vera e propria lampada da interni. Sembrerà appena uscita da un film.
Portacandela: potrete trasformare un cd Romina Power in un sottobicchieri fantastico! Basta metterlo in forno per un po’ e potrete modellarlo come una ciotola
Sottobicchieri: dovete dare un  rock party e volete qualcosa di veramente originale? Prendete la discografia degli Iron Maiden e trasformatela in sottobicchieri. Niente paura, non si rovina, basta ricoprire con del feltro la parte incisa e quando vorrete potrete riascoltare il vostro buon vecchio cd.
Plettro per chitarra: dato che siamo in tema rock, scaldate un cd e poi incidere la superfici con delle forbici resistenti o un taglierino, facendo attenzione a non farvi male. Un assolo di “ Enter Sadman” dei Metallica potrebbe avere un “gusto” diverso e darvi una grande soddisfazione.
Palla da discoteca: tagliuzzate in piccoli pezzetti i cd e incollateli su una superficie sferica. Poi appendetela al soffitto e date inizio alle danze magari con “Disco Inferno” dei The Trammps.
Ornamenti natalizi: molta gente ha cominciato ad usarli come ornamenti per gli alberi di Natale, magari decorandoli con brillantini e stampe vivaci.
Spaventapasseri: i riflessi del sole sulle superfici lucide fanno stare lontani i volatili dalle vostre piante da giardino.
Placche per interruttori: per stare in tema di feste e danze, prendete il vostro cd e tagliate delle parti attaccandole alle placche degli interruttori. Questo particolare darà un tocco vintage ed intrigante alla vostra casa.
Soffitto specchiato: c’è chi ha una dote diversamente creativa e ha deciso di, invece dipingere il soffitto, tappezzarlo con la parte incisa dei cd. Di sicuro chi verrà a trovarvi non potrà non notare la vostra originalità.

Giovani coppie che spendono poco e arredano casa

Tutto pronto,  si va a convivere , la casa l’abbiamo scelta ma adesso bisogna arredarla. Come  si fa’ senza spendere un’esagerazione?
Le tre cose che dovete seguire son: 1) il vostro budget 2) il vostro istinto 3) il vostro gusto. Non esistono regole ben precise ma ci si augura che l’entusiasmo di questo grande passo porti anche a scegliere con gusto il vostro arredamento.
Infatti un elemento fondamentale risiede nella capacità di riuscire ad abbinare singoli pezzi accostandoli con buon gusto.
Un’ottima soluzione per arredare spendendo poco e avere una scelta molto ampia di prodotti è l’Ikea, se poi si ha la fortuna di avere un aiuto in casa o la pazienza di avvitare da soli viti e piantare chiodi , si può pure risparmiare sulle spese di montaggio.
Al giorno d’oggi la cucina sta assumendo una rilevanza sempre più importante e spesso è la prima scelta di arredo da dove poi , in base a questa, vengono scelti gli elementi successivi di arredo.
Oltre al marchio Ikea, ci sono altre alternative interessanti e originali anche al Mercatone Uno, Italiarredo, Mondo Convenienza o Gran Casa; non da meno sono gli outlet dell’arredamento, dove possiamo trovare pezzi originali a basso costo e nuovi.
Chi invece ha in eredità i mobili di parenti può ,usando un pò di creatività e seguendo qualche trassissione o blog di decoupage, dipingere i mobili arricchendoli e apportando modifiche interessanti.
 

Il Bagno del Futuro!

Designer britannici ed irlandesi sviluppano l’intero bagno in una linea costante, quasi a simulare il gioco dei vasi comunicanti.
Ecco il bagno del futuro, presentato in tre soluzioni: Loop, Ebb e Line, tutte proiettate a segnare novità nelle linee del bagno e il design innovativo pensato per ambienti di differenti quadrature ed esigenze, proponendosi in moduli che prevedono ora un vasca, ora il singolo lavello con acessori, mensole e stipi.
Pensata per la vostra casa del futuro Loop si propone anche con motivi decorativi per chi non amasse il “total white”.
 
 
 

Il tuo letto è al posto giusto?

E’ ormai risaputo che ci sono abitazioni o luoghi di lavoro in cui l’incidenza di problemi di salute è molto elevata e molto spesso le persone ammalate sostano o sostavano in zone ben precise.
Un alto stress elettromagnetico o radioattivo può essere una delle cause principali nell’insorgenza di malattie, specie quelle degenerative.Mentre dormiamo siamo ancora più vulnerabili agli influssi geologici che salgono dal suolo perpendicolarmente come onde in grado di attraversare qualunque materia.
Nel corso della vita, trascorriamo in media dai 20 ai 25 anni a letto, perdendo durante il sonno circa 2/3 della nostra resistenza rispetto alla condizione di veglia.
È importante collocare il letto in posizione Nord-Sud per evitare vari disturbi; così coricandoci con la testa rivolta verso Nord opponiamo la minima resistenza al campo magnetico terrestre.
Grazie a questa posizione è più facile raggiungere la fase R.E.M. a meno che non si dorma vicino a campi magnetici artificiali, quali fili dell’alta tensione, trasformatori, elettrodomestici o altro.

Luce alla cultura di casa

Dovete comprare dei nuovi lampadari per la casa? Avete dei libri rovinati e/o doppioni?
Non buttateli via ma prendete spunto da questa interessante idea : Lucy Norman è un artista inglese che negli utlimi anni si è occupata di rifiuti riclicati in maniera creativa e che sono diventati dei gioielli, lampade o mobili.
Dal suo estro creativo è nato il lampadario di libri, infatti ha unito una serie di tomi creando questa forma particolare inserendo al centro una lampadina.
L’opera d’arte costa circa 340 euro, ma con un po’ di pazienza e manualità si può provare a riprodurne una simile in casa.
Il riciclo dei libri non è così facile come sembra, infatti la carta che li compone non sempre può essere riutilizzata, in quanto la colla e altri materiali che compongono la struttura devono essere prima rimossi e non si sono strutture adatte allo smaltimento.
Spesso i libri vengono venduti su ebay o donati alle scuole o biblioteche, altre volte buttati;invece di buttarli prova a tuffarti in un mondo creativo e rendere la tua casa più interessante e originale !

Il tappeto floreale

Con l’arrivo dell’estate, i paesaggi si colorano: fiori, abiti, giornate, gelati, mare. Tutto intorno a noi sembra sorridere, si ha quell’allegria in più che ci porta a divertirci e ad essere spensierati.
Questo può accadere anche nelle nostre case. Un tocco di colore porta quella gioia in più che si intona con l’ambiente esterno.
Il tappeto ne sa qualcosa! Le ultime novità in materia ci dicono che è il momento del motivo floreale che dona un pizzico di natura e di movimento, perfetta per il periodo!
tappeto_floreale
Forme e tessuti diversi, a volte ispirati all’arte si trovano dai grandi designer come dagli artigiani meno conosciuti.
Voi cosa scegliete?